Oggi è: 17/09/2021 IL SITO UFFICIALE DELLA PARROCCHIA DI ASTI    
 
   
 
 
Personal Page  
   Contattaci          
   Cerca nel Sito Pagina principale Tutte le notizie La nostra famiglia Il passato Informazioni utili  
   
    TUTTE LE NOTIZIE DALLA PARROCCHIA
notizia giorno    
foto news
L'amico immaginario
L’amico immaginario

Una battuta che si sente e si legge spesso definisce Dio, come un “amico immaginario”, un’illusione per mettere a tacere l’idea della morte e della malattia, un miraggio a cui rivolgersi quando ci si sente deboli.
Se cerchi consolazione nell’acquisto di un nuovo modello di telefono o metti a tacere le tue ansie con un uso smodato di psicofarmaci, va tutto bene e sei al passo con questi tempi, ma se cerchi rifugio nella meditazione, nella preghiera e nella ricerca di Dio, sei considerato alla stregua di un artefatto medioevale. E non è solo in ambienti laicisti che si ragiona così, perché tra le tante persone che chiedono un battesimo, una prima comunione, una cresima, un matrimonio o un funerale, non sono pochi quelli che la pensano allo stesso modo.
Si preservano riti che diventano formalità o acquisiscono contenuti che nulla hanno da spartire con quel che si celebra, per il semplice fatto che “si è sempre fatto così”.
Se chiedessimo alle tante persone che fanno parte del nostro quotidiano, che cosa rappresenti per loro la figura di Gesù Cristo, avremmo non poche sorprese, almeno sarebbe così, se le risposte avessero il coraggio della schiettezza e della sincerità.
In altri casi, non mancherebbero le risposte precise dal punto di vista catechistico, ma con incidenza scarsa in termini di scelte che riguardano la vita di tutti i giorni.
Pietro apprende presto la lezione quando confessa la propria fede e la smentisce nei fatti, suggerendo a Gesù che non è opportuno parlare di passione e croce.
Eppure, vivere la propria fede è anche affrontare le tante croci che la vita puntualmente presenta.
Se Gesù è un amico reale, bisogna avere il coraggio di testimoniarlo con scelte che sappiano anche accettare l’ironia di chi non capisce e ti considera semplicemente un invasato.
Se Gesù è un amico reale, credere nella sua Risurrezione non può essere solo un’opinione tra le tante, ma la scelta di affrontare i nostri giorni in una direzione che consideri seriamente quella prospettiva.
Se Gesù è un amico reale, gli amici si scelgono, si frequentano e non rinunciano alla gioia del contatto, dell’approfondimento e della volontà di continuare a spezzare insieme uno stesso pane.







 
 
top
Ritorna alle News
down
New
top
17/09/2021 Piccoli
10/09/2021 L'amico immaginario
03/09/2021 Sentirsi
27/08/2021 Restare integri
20/08/2021 Parole dure
13/08/2021 Una storia che cambia
06/08/2021 Credere un Pane
30/07/2021 C'è chi dice pane
23/07/2021 Il pane di domani
16/07/2021 Attenti al riposo...
09/07/2021 Compagni di viaggio
02/07/2021 Profezia dell'altrove
25/06/2021 Vicinanza di sicurezza
18/06/2021 Dentro la tempesta
11/06/2021 In privato
04/06/2021 Essere corpo
28/05/2021 Un segno consapevole
21/05/2021 Un Soffio per Babele
14/05/2021 Stesso spazio stesso tempo
07/05/2021 La verità di un dono
down