Oggi è: 26/05/2024 IL SITO UFFICIALE DELLA PARROCCHIA DI ASTI    
 
   
 
 
Personal Page  
   Contattaci          
   Cerca nel Sito Pagina principale Tutte le notizie La nostra famiglia Il passato Informazioni utili  
   
    TUTTE LE NOTIZIE DALLA PARROCCHIA
notizia giorno    
foto news
Dare e ricevere
Non è che si taccia più di tanto il disprezzo per la vita e se ancora ne conservi l’antico affetto, sembra che farne parola sia già un fastidioso e inopportuno eccesso.
Le vite degli altri sono sempre in sovrannumero e i venti di guerra sono guardati con un certo favore dalla maggior parte degli intellettuali di questo tempo, perché a combatterle sono frammenti di video più o meno veri, immagini che raccolgono attenzioni e like di cortesia o bandierine che sono passate dalla scatola del Risiko al mondo dei social o dei telegiornali.
L’aborto viene rivendicato come un diritto assoluto e non può essere neanche discusso, neanche quando diventa un contraccettivo come un altro. Si urlano le ideologie del momento e non c’è alcun confronto; lo scontro è sempre inevitabile in questo mondo dove il cattivo è ben delineato e il buono non può che essere dalla nostra parte.
Dare la vita per qualcun altro, nella migliore delle ipotesi è sintomo di irrecuperabile stupidità o d’invincibile ignoranza.
Vorremmo salvare la terra disabitandola il più possibile, rinunciando a coltivarla, trasformando i vigneti in distese di pannelli solari o sostituendo le auto a benzina con quelle elettriche, possibilmente senza rinunciare a nulla, perché saranno sempre e solo gli altri gli inutili consumatori che affliggono il pianeta.
In un mondo di lupi che non conoscono sazietà, affidarsi a chiunque prometta quello che non può dare è scegliere di mordere là dove è necessaria una carezza e di ululare disperatamente a una luna che non può rispondere.
Dare la vita, custodirla e proteggerla chiede una fede differente da quella più diffusa, chiede di credere che l’arco dei nostri giorni sia qualcosa di più di una serie di eventi che nascono e muoiono senza alcun motivo e ragione.
Se credi che la vita ti possa essere restituita, se al centro dei tuoi pensieri e delle tue intenzioni c’è ancora spazio per un Dio che non sia solo un simulacro vuoto, puoi trovare anche il coraggio di lasciar andare, di non trattenere e di spendere a un’altra profondità il tuo respiro.
Il pastore buono è un essere umano che ha realmente a cuore le vite degli altri e non può ragionare con i criteri di un’economia che considera i propri utili e non guarda in faccia alla realtà di chi ne paga i costi.
Il pastore buono ama la vita e la dona senza misura, con la consapevolezza che tutto quello che sembra perduto verrà restituito e sarà ancora una volta respiro.





 
 
top
Ritorna alle News
down
New
top
24/05/2024 Un segno di croce
17/05/2024 Nel tuo Spirito
13/05/2024 Sindone
10/05/2024 Verso l’alto
03/05/2024 L’amore necessario
26/04/2024 Portare frutto
19/04/2024 Dare e ricevere
12/04/2024 Lettera Viva
05/04/2024 Una comunità
30/03/2024 Il bruco e la farfalla
28/03/2024 Innocente
28/03/2024 Tu sei
22/03/2024 Come il vento
18/03/2024 Cuore di Padre
15/03/2024 Vogliamo vedere
08/03/2024 Quando il buio è dentro
01/03/2024 Dieci parole
23/02/2024 Al di là delle nubi
16/02/2024 Terra e silenzio
16/02/2024 Digiuno a colori
down