IL SITO UFFICIALE DELLA PARROCCHIA    
 
   
 
 
a
Personal Page  
   Contattaci          
   Cerca nel Sito Pagina principale Tutte le notizie La nostra famiglia Il passato Informazioni utili  
   
   
     

I ragazzi che ci sono (Prima parte) 
29/6/10, 19:08
Primo piano dei ragazzi dell'isola...



Perplesso...



Entusiasta...



Preoccupato...



Luminoso



Meditabondo..



Interessata...



Sorpresa...



Ingessato...



Astuto...



Attento...



Semplice...



Sospettoso...



Irriverente...



Gioioso



Felice!

4 commenti ( 10827 visite )

L'isola che c'è 
28/6/10, 18:20


Inizia la nuova settimana nel magico mondo di Peter Pan.
La mattinata inizia con la visione del cartoon, i bambini sono molto entusiasti e seguono con interesse il film.



La mensa dell'isola che non c'è prevede un buon piatto di pasta ai due colori seguito da un ottimo hamburger con contorno di patate arrosto.



Non può mancare come digestivo la consueta disfida al calcetto.



Un momento di relax prima della ripresa...



Dopo pranzo le due squadre (Bimbi sperduti e Trilly) si affrontano in un torneo di palla avvelenata.



Successivamente si divertono ad interpretare alcune scenette del cartone animato con la vittoria da parte dei componenti di Trilly.



La giornata si conclude con una gustosissima merenda... macedonia e torta al cioccolato per tutti!

3 commenti ( 1468 visite )

Nomination Oscar 2010 
3/2/10, 16:36


Divertiamoci con le nomination ed i probabili vincitori di quest'anno:

Miglior Film
Avatar, James Cameron e Jon Landau, produttori
The Blind Side, Nomination da determinare
District 9, Peter Jackson e Carolynne Cunningham, produttori
An Education, Finola Dwyer e Amanda Posey, produttori
The Hurt Locker, Nomination da determinare
Bastardi senza gloria, Lawrence Bender, produttore
Precious, Lee Daniels, Sarah Siegel-Magness e Gary Magness, produttori
A Serious Man, Joel Coen e Ethan Coen, produttori
Up, Jonas Rivera, produttore
Tra le nuvole, Daniel Dubiecki, Ivan Reitman e Jason Reitman, produttori

Miglior Regia
Avatar, James Cameron
The Hurt Locker, Kathryn Bigelow
Bastardi senza gloria, Quentin Tarantino
Precious, Lee Daniels
Tra le nuvole, Jason Reitman

Miglior Attore Protagonista
Jeff Bridges, Crazy Heart
George Clooney, Tra le nuvole
Colin Firth, A Single Man
Morgan Freeman, Invictus
Jeremy Renner, The Hurt Locker

Miglior Attrice Protagonista
Sandra Bullock, The Blind Side
Helen Mirren, The Last Station
Carey Mulligan, An Education
Gabourey Sidibe, Precious
Meryl Streep, Julie & Julia

Miglior Attore non Protagonista
Matt Damon, Invictus
Woody Harrelson, The Messenger
Christopher Plummer, The Last Station
Stanley Tucci, Amabili resti
Christoph Waltz, Bastardi senza gloria

Miglior Attrice non Protagonista
Penelope Cruz, Nine
Vera Farmiga, Tra le nuvole
Maggie Gyllenhaal, Crazy Heart
Anna Kendrick, Tra le nuvole
Mo’nique, Precious

Migliore Sceneggiatura originale
The Hurt Locker - Mark Boal
Bastardi senza gloria - Quentin Tarantino
The Messenger - Alessero Camon e Oren Moverman
A Serious Man - Joel Coen e Ethan Coen
Up - Bob Peterson, Pete Docter

Miglior Sceneggiatura non originale
District 9 - Neill Blomkamp e Terri Tatchell
An Education - Nick Hornby
In the Loop - Jesse Armstrong, Simon Blackwell, Armando Iannucci, Tony Roche
Precious - Geoffrey Fletcher
Tra le nuvole - Jason Reitman e Sheldon Turner

Miglior film d’animazione
Coraline, Henry Selick Fantastic Mr. Fox, Wes Anderson
La Principessa e il Ranocchio, John Musker e Ron Clements
The Secret of Kells, Tomm Moore
Up, Pete Docter

Miglior film straniero
Ajami (Israele)
El Secreto de Sus Ojos (Argentina)
Il canto di Paloma (Perù)
Il profeta (Francia)
Il nastro bianco (Germania)

Scenografia
Avatar Art Direction: Rick Carter e Robert Stromberg; Scenografie: Kim Sinclair
Parnassus - l’uomo che voleva ingannare il diavolo Art Direction: Dave Warren e Anastasia Masaro; Scenografie: Caroline Smith
Nine Art Direction: John Myhre; Scenografie: Gordon Sim
Sherlock Holmes Art Direction: Sarah Greenwood; Scenografie: Katie Spencer
The Young Victoria Art Direction: Patrice Vermette; Scenografie: Maggie Gray

Fotografia
Avatar, Mauro Fiore
Harry Potter e il principe mezzosangue, Bruno Delbonnel
The Hurt Locker, Barry Ackroyd
Bastardi senza gloria, Robert Richardson
Il nastro bianco, Christian Berger

Costumi
Bright Star, Janet Patterson
Coco Avant Chanel, Catherine Leterrier
Parnassus - l’uomo che voleva ingannare il diavolo, Monique Prudhomme
Nine, Colleen Atwood
The Young Victoria, Sandy Powell

Trucco
Il Divo, Aldo Signoretti e Vittorio Sodano
Star Trek, Barney Burman, Mindy Hall e Joel Harlow
The Young Victoria, Jon Henry Gordon e Jenny Shircore

Montaggio
Avatar, Stephen Rivkin, John Refoua e James Cameron
District 9, Julian Clarke
The Hurt Locker, Bob Murawski e Chris Innis
Bastardi senza gloria, Sally Menke
Precious, Joe Klotz

Documentario
Burma VJ: Reporter i et lukket land, Anders Østergaard e Lise Lense-Møller
The Cove, Nomination da determinare
Food, Inc., Robert Kenner e Elise Pearlstein
The Most Dangerous Man in America: Daniel Ellsberg e the Pentagon Papers, Judith Ehrlich e Rick Goldsmith
Which Way Home, Rebecca Cammisa

Cortometraggio documentario
China’s Unnatural Disaster: The Tears of Sichuan Province, Jon Alpert e Matthew O’Neill
The Last Campaign of Governor Booth Gardner, Daniel Junge e Henry Ansbacher
The Last Truck: Closing of a GM Plant, Steven Bognar e Julia Reichert
Music by Prudence, Roger Ross Williams e Elinor Burkett
Rabbit à la Berlin, Bartek Konopka e Anna Wydra

Cortometraggio d’animazione
French Roast, Fabrice O. Joubert
Granny O’Grimm’s Sleeping Beauty, Nicky Phelan e Darragh O’Connell
The Lady e the Reaper (La Dama y la Muerte), Javier Recio Gracia
Logorama, Nicolas Schmerkin
A Matter of Loaf and Death, Nick Park

Cortometraggio
The Door, Juanita Wilson e James Flynn
Instead of Abracadabra, Patrik Eklund e Mathias Fjellström
Kavi, Gregg Helvey
Miracle Fish, Luke Doolan e Drew Bailey
The New Tenants, Joachim Back e Tivi Magnusson

Effetti speciali
Avatar
District 9
Star Trek

Effetti sonori
Avatar
The Hurt Locker
Bastardi senza gloria
Star Trek
Transformers: la vendetta del caduto

Montaggio del suono
Avatar
The Hurt Locker
Bastardi senza gloria
Star Trek
Up

Colonna sonora
Avatar, James Horner
Fantastic Mr. Fox, Alexere Desplat
The Hurt Locker, Marco Beltrami e Buck Sanders
Sherlock Holmes, Hans Zimmer
Up, Michael Giacchino

Canzone
Almost There da La Principessa e il Ranocchio, musica e testi di Randy Newman
Down in New Orleans da La Principessa e il Ranocchio, musica e testi di Randy Newman
Loin de Paname da Paris 36, musica di Reinhardt Wagner testi di Frank Thomas
Take It All da Nine, musica e testi di Maury Yeston
The Weary Kind da Crazy Heart, musica e testi di Ryan Bingham e T-Bone Burnett
2 commenti ( 7894 visite )

La vita in un giorno 
12/1/10, 10:11


Autore/i: Mitch Albom

Tradotto da: P. P. Palermo

Editore: Rizzoli

Collana: Rizzoli best

Prezzo deastore.com (info) € 18.50

Formato: Libro rilegato

Data di pubblicazione: 2009


Albert Lewis e Henry Covington sono due uomini speciali. Il primo è un rabbino, ha ottantadue anni e ha illuminato intere generazioni con i suoi sermoni recitati con la buffa dolcezza di poesie. Il secondo è un pastore protestante, afroamericano, che ha conosciuto la violenza e il carcere prima di scegliere di dedicarsi alla fede, lavorando nei sobborghi senza speranza di Detroit. Mitch Albom, invece, è uno come noi: la sua vita frenetica e un po' sbadata è fatta di lavoro, famiglia, amicizie, seccature e piccoli piaceri, rincorsa di cose poco importanti e pigrizia nei confronti di quelle che contano. Proprio come noi, Mitch ha poco tempo per tutto, figuriamoci per fermarsi un momento a pensare. Ma quando il rabbino Lewis, molto malato, gli chiede se scriverà il suo elogio funebre, e intanto, per caso, Mitch scopre la storia insolita e affascinante del pastore Covington, per lui quel momento finalmente arriva. E comincia un nuovo viaggio dentro e intorno a quello straordinario mistero che è la fede. La fede, poco importa in quale Dio, come l'hanno vissuta e regalata agli altri il rabbino Lewis e il pastore Covington, che per tutta la vita hanno aiutato le persone a scoprire o riscoprire se stesse.

Ho dato retta al webmaster e acquistato l'ultimo romanzo di Mitch Albom: l'ho divorato in due giorni e, nell'arco di una settimana, ho letto anche i tre romanzi precedenti.
Ha un fascino del tutto particolare questo giornalista che racconta delle storie con la rara capacità di trasfigurare il quotidiano di un uomo e, di restituirlo alla dignità di un senso compiuto. In ogni avventura umana c'è una lezione, un significato che Mitch Albom trasforma in un tessuto narrativo che parla direttamente al cuore e alla mente di chi si avventura tra le sue pagine. E' semplice e accessibile a chiunque: sfogliate un paio di pagine e provate a darmi torto.
4 commenti ( 2212 visite )

Soul Kitchen 
12/1/10, 09:53


Regia: Fatih Akin
Sceneggiatura: Fatih Akin
Attori: Adam Bousdoukos, Moritz Bleibtreu, Birol Ünel, Lucas Gregorowicz, Dorka Gryllus Ruoli ed Interpreti
Fotografia: Rainer Klausmann
Montaggio: Andrew Bird
Produzione: Corazón International
Distribuzione: BIM Distribuzione
Paese: Germania 2009
Uscita Cinema: 08/01/2010
Genere: Commedia
Durata: 99 Min
Formato: Colore

Trama del film Soul Kitchen:
Zinos, giovane proprietario del ristorante "Soul Kitchen", sta attraversando un periodo sfortunato. Nadine, la sua ragazza, si è trasferita a Shanghai, i suoi clienti abituali boicottano il nuovo chef. La situazione sembra migliorare quando un giro giusto di persone abbraccia la sua nuova filosofia culinaria, ma non basta a guarire il cuore spezzato di Zinos. Decide di volare in Cina per raggiungere Nadine, consegnando il ristorante all'inaffidabile fratello Illias, un ex detenuto. Entrambe le decisioni si riveleranno catastrofiche: Illias si gioca il ristorante che finisce nelle mani di un losco agente immobiliare e Nadine si è trovata un nuovo amante! Ma, forse, i fratelli Zinos e Illias hanno un'ultima possibilità di riprendersi il Soul Kitchen, sempre che riescano a smettere di litigare e si decidano a fare un gioco di squadra...

Gradevole commedia che mette insieme musica, cucina e buonumore e regala almeno un paio di scene esilaranti. Fatih Akin, regista conosciuto per "La sposa Turca", scrive di proprio pugno una buona sceneggiatura e dirige alla perfezione un film che, lontano dal mondo degli effetti speciali, sceglie di raccontare con semplicità e ottimo gusto una storia che ha il mertito di scorrere piacevolmente sino al suo epilogo.
Buona la recitazione da un punto di vista corale e ottima la scelta della colonna sonora. Da non perdere.
2 commenti ( 8543 visite )


Altre notizie