Oggi è: 23/01/2021 IL SITO UFFICIALE DELLA PARROCCHIA DI ASTI    
 
   
 
 
Personal Page  
   Contattaci          
   Cerca nel Sito Pagina principale Tutte le notizie La nostra famiglia Il passato Informazioni utili  
   
    TUTTE LE NOTIZIE DALLA PARROCCHIA
notizia giorno    
foto news
Al denaro e al cielo
E naturalmente anche all'amore, ma i caratteri per il titolo erano giunti a conclusione e ho dovuto scegliere, tenendo presente il Vangelo di domenica.
Chi ha vissuto la stagione della canzone d'autore conosce di sicuro un "antico" De André e quel piccolo grande capolavoro tratto dall'antologia di Spoon River.
Sono tornato su quella collina, non tanto per leggere gli epitaffi sulle tombe, ma per accelerare il risveglio di chi dorme sulla collina.
Sono tornato su quella collina con il desiderio di affermare il valore di ogni vita che si è spesa per Dio e per la comunità degli uomini.
Ho stretto la mano a quel matto e alle sue verità apprese sulla Treccani e ho capito che la sua vita, forse è stata un peso per la società che non l'ha accolto, ma per Dio è stata una voce preziosa che ha avuto il coraggio di non perdersi nel coro.
Ora che anche il giudice è stato giudicato, gioco a carte con lui e capisco la sua disperazione, perché non è così facile dare il giusto a quel Cesare che per troppo tempo ha scelto di deriderlo e canzonarlo.
Ho abbracciato con grande affetto quel negazionista blasfemo e ho visto scorrere quel ruscello che voleva semplicemente affermare una vita capace di andare oltre il recinto di un giardino sicuro.
Quando ho incontrato il malato di cuore, gli ho raccontato di tutte le volte che ho pianto per risolvere il dilemma di una vita priva di rischi o di un amore che si spegne sulle labbra. Perché quando l'amore bussa alla tua porta il denaro o il cielo perdono qualunque valore.
C'era quel medico che ha dato tutto agli uomini e tutto a Dio, mi ha rasserenato vederlo ancora in azione e mi ha ricordato i tanti dottori che, anche oggi, mettono avanti la salute del paziente e sanno benissimo che il loro non è solo un mestiere.
Il chimico è diventato un virologo, ma rifiuta le passerelle televisive e mi ha detto di ripassare perché sta lavorando a un vaccino che lui solo riesce a capire.
Ho indossato le lenti dell'ottico e ho visto scorrere la mia vita, gli amici mai perduti e gli affetti che non si possono consumare. Ho visto questo mondo trasformarsi in un giocattolo e mi sono pentito di tutte le volte che ho rinunciato a giocare con lui.
E in ultimo, le melodie di Jones, la libertà delle note che scelgono di donarsi senza un rimpianto.
So bene di essermi perso tra le tracce di un disco che non ha mai smesso di scorrere sul mio piatto. Se, solo, Cesare lo ascoltasse una volta e se quel Vangelo fosse preso in seria considerazione, anche uno come me, avrebbe appreso l'arte di dire sì a quel denaro che diventa un ospedale, a quell'amore che restituisce il dono e a quel cielo che continua ad accoglierci.



 
 
top
Ritorna alle News
down
New
top
22/01/2021 Via dalle carceri
15/01/2021 E ancora cercare
09/01/2021 Sentirsi amati
05/01/2021 Magi randagi
02/01/2021 Parole in divenire
31/12/2020 Un anno chiamato desiderio
30/12/2020 Contemplo dunque esisto
26/12/2020 Bella gioventù
24/12/2020 Zona Rossa
24/12/2020 Tenerezza e misericordia
23/12/2020 Una parola sola
22/12/2020 Balcone interiore
21/12/2020 Naviganti
19/12/2020 L'ombra dello Spirito
18/12/2020 Ritrovare una voce
18/12/2020 Sogno e son desto
17/12/2020 Tanti nomi, una storia
16/12/2020 Chiedere è legittimo
15/12/2020 Quel che conta è la sera
14/12/2020 Un sole di ieri...
down